News | eventi mostre concorsi

“Ar[t]cevia 2015- International art festival” | SARA LOVARI 

 

Schermata 2015-07-28 alle 16.49.47

 

dal 1 agosto al 27 settembre 2015 
Arcevia (AN)

 

AR[t]CEVIA è un progetto che nasce nel 2008. Un sogno che rivive ogni anno nel magico territorio dell’entroterra marchigiano e che va dal primo sabato di agosto fino all’ultima domenica di settembre.

AR[t]CEVIA è un Festival Internazionale dell’arte coeva che ospita una collettiva a cui prendono parte ogni anno oltre 50 artisti.

AR[t]CEVIA è un evento inaspettato ed estemporaneo di musica contemporanea, teatro sperimentale, recital, performances e videoarte che fa vibrare la mente e che stupisce, che fa commuovere, infastidisce o fa semplicemente pensare.

AR[t]CEVIA stabilisce sinergie e connessioni promuovendo la cultura tutta, le idee, le innovazioni e la creatività.

AR[t]CEVIA è un magma energetico generato dalla cooperazione delle menti e dalla conviavilità.

AR[t]CEVIA è un liquido amniotico da cui attingere soluzioni, progetti e… futuro.

AR[t]CEVIA è un Festival che, nel corso delle varie edizioni, si è caratterizzato per una forte e precisa identità, tanto da divenire icona riconoscibile, nonché uno dei principali eventi d’arte contemporanea tra i più apprezzati e stimati dell’intero panorama nazionale.

Per la settima edizione in programma, AR[t]CEVIA ha deciso di implementare la formula introdotta nel 2013 cercando di rispettare lo stesso badget.

Per la settima edizione gli eventi previsti sono:

– collettiva di circa 50 artisti (in base agli spazi disponibili) di provenienza internazionale da agosto a settembre.

– chiamata di 10/12 artisti provenienti dalla regione Marche per realizzare un’opera da donare ai castelli e località di Arcevia (in collaborazione con i Comitati e/o Associazioni).

– conferenze sul fumetto e/o illustrazione con i massimi esperti del settore

– sezione dedicata all’illustrazione

– escursus storici dei castelli con recital e assaggi dei prodotti tipici locali (in collaborazione con agriturismi e/o aziende agricole e produttori locali e/o strutture ricettive). Tali escursus saranno anche un modo per individuare i punti forza del terriotorio, riconnettendolo al presente e ai possibili sviluppi.

– raccolta di materiale fotografico relativo alla diffusione e promozione del festival attraverso la libera circolazione dei cataloghi messa in atto dagli artisti e dai visitatori#

– ampio spazio dedicato a progetti musicali e di video-arte.

Sara Lovari sarà presente con alcune sue opere alla mostra collettiva ad Arcevia.

I vestiti di carta di Sara Lovari al “Gazzetta Summer Show 2015”

E’ partito il 02 luglio sul Canale 59 il Gazzetta Summer Show, il talk di infotainment condotto dal comico Enrico Bertolino. Bertolino, anchorman del talk, all’interno della trasmissione racconta l’attualità calcistica, dal calciomercato ai ritiri delle squadre in vista del campionato. Tutti temi che fanno da ponte tra la stagione appena conclusa e la prossima con partenza 22 agosto 2015, legati tra di loro da un tono comico, leggero e propriamente estivo.

IRONIA — La squadra di Gazza Summer Show è composta dal direttore della Gazzetta Andrea Monti, da Nicola Rizzoli, Rachele Sangiuliano e Cristiano Militello. Varie finestre ironiche si aprono durante il corso del programma, con le incursioni di inviati comici e imitatori. (fonte www.gazzetta.it)

Per la puntata del 24 luglio, Sara Lovari ha realizzato una speciale gonna, la “Paper Skirt”, interamente composta con la inimitabile e rinomata carta rosa della Gazzetta dello Sport.

Di seguito alcune fotografie che riportano Federica Torti che indossa la creazione di Sara Lovari e l’artista che la realizza in loco.

11745917_960244137360945_2649671027581284578_n
11702805_960244087360950_8062641258518174941_n
11751863_960244154027610_7243546340003382422_n

“Adamo ed Eva, la dualità della vita” | SARA LOVARI 

Adamo&EvaVernissage sabato 13 giugno ore 20:00
Apertura al pubblico dal 9 al 30 giugno 2015 
@Palazzo Ferretti | Via Nazionale, Cortona (Ar)

Ciò che è opposto si concilia, dalle cose in contrasto nasce l’armonia più bella, e tutto si genera per via di contesa. [Eraclito]

Dal 9  al 30 giugno  2015 la storica residenza  ” Palazzo Ferretti” ospita la mostra personale dell’artista  SARA LOVARI “Adamo ed Eva, la dualità della vita.L’opera di SARA LOVARI  è un vero e proprio percorso di vita che si snoda tra tematiche diverse e nuove esperienze. Nel corso della sua vita d’artista è attratta dal cambiamento e dalla scoperta di nuove tecniche, ma ogni sua evoluzione assorbe le tracce di quella precedente, lasciandocela intravvedere attraverso velature e sovrapposizioni, nelle stesure cromatiche trasparenti e fra le trame di texture impalpabili.

Sara Lovari  giovane artista Aretina, che dopo un’accurata e preziosa ricerca durata più di un anno presenta, nelle sale espositive di Palazzo Ferretti, la completa realizzazione del suo progetto legato alla creazione di microcosmi emozionali  immaginari e immaginati all’interno di tele, teche e bottiglie  di vetro.
Nelle scenografiche opere bi e tridimensionali  vengono raffigurati  oggetti del passato  in questi piccoli universi trovano vita, i protagonisti di di riviste e  fotografie d’epoca, ritagliati e privati del loro contesto d’origine per andare ad abitare altri mondi e altre storie. Sono gli istanti di vita rubati che costruiscono la memoria e la storia; la propria oppure una inventata, immaginata, e soggetta ad interpretazioni sempre diverse, legata ai propri ricordi o alla fantasia di chi osserva.

La mostra  “ADAMO ED EVA, la dualità della vita “costituisce un salto di qualità  personale dell’artista che, ha già attirato su di sé l’interesse dei collezionisti; molte delle sue opere, infatti, figurano oggi in collezioni private in Italia, Olanda, Belgio e Stati Uniti.

 Al Vernissage di “Adamo ed Eva,  la dualità della vita “che si terrà  sabato 13 giugno  alle ore 20.00 interverrà Alice Comunelli, storica dell’ arte.

 

“Radio Kaos”. Sara Lovari costumista e scenografa

SaraLovari_RadioKaos1Sara Lovari si reinventa ancora. I suoi lavori sono stati scelti per le scenografie e le sue nuove creazioni realizzate ad hoc utilizzate come abiti di scena per il cortometraggio “Radio Kaos”, firmato dalla regista Linda Fratini.

Info:

Regista: Linda Fratini

Attrice: Michelle Carpente

Fotografia: Leo Cinque e Francesca Donatelli

 

 

 

 

Di seguito alcune fotografie del set:

“Eva e la Mela”. Mostra personale di Sara Lovari

EVAeLAMELA

@Corpo&Mente

via Tanucci, 21 | 52100 Arezzo

dal 30 aprile al 24 maggio 2015

Dal 30 aprile al 24 maggio 2015 il Centro benessere “Corpo e Mente” di via Tanucci 21, ad Arezzo, ospita “Eva e la mela”, mostra personale di pittura di Sara Lovari.
È il terzo appuntamento di “Echi di natura tra corpo e mente”, un progetto curato da Marco Botti che vedrà coinvolti fino alla fine dell’anno pittori e fotografi di talento.

L’inaugurazione, a ingresso gratuito, si terrà giovedì 30 aprile a partire dalle ore 20. Per l’occasione Very Tuscany proporrà un buffet e una degustazione di vini.

Evento clou del vernissage sarà la performance “Il peccato nel giardino dell’Eden”, in cui l’artista realizzerà in diretta una delle opere che saranno in esposizione, accompagnata dalle musiche “paradisiache” di Andrea Ciri.

LA MOSTRA:
Cosa può racchiudere una mela? La storia di una vita, amore e peccato, sorrisi e silenzi, gioventù e vecchiaia, giochi, sguardi e complicità, ma anche gelosia e solitudine.

La personale di Sara Lovari ad Arezzo – che segue l’affermazione dell’artista al “Premio Adrenalina” di Roma, la più importante biennale capitolina, e la prestigiosa personale “Les Objects & The Letter-Room” a Palazzo Casali di Cortona – prende spunto dal frutto per eccellenza per indagare il rapporto tra donna e natura.

Una relazione paritaria: l’una è dentro l’altra, dove finisce la prima inizia la seconda e viceversa, la linea di confine sparisce.

Un inedito nucleo di opere dove l’osservatore si specchia e si riscopre in ciò che lo circonda, torna a sentirsi parte integrante dell’universo, calandosi in un connubio di straordinarie opere polimateriche, giochi cromatici e intime emozioni.

IL PARTNER DELLA MOSTRA:
Very Tuscany nasce nel 2009. Realtà dinamica sul fronte della promozione del territorio, propone originali tour enogastronomici e culturali per turisti italiani e stranieri, con un van da nove posti, alla scoperta degli angoli più suggestivi e nascosti della Toscana.

IL PROGETTO:
Da giovedì 19 febbraio a giovedì 31 dicembre 2015 il Centro benessere “Corpo e Mente” di Laura Giannini, in via Tanucci 21 ad Arezzo, ospita “Echi di natura tra corpo e mente”, un progetto a cura di Marco Botti che vedrà coinvolti Sabrina Livi, Francesca Donatelli, Sara Lovari, la scuola RADAR di Enrique Moya Gonzalez, Lorenzo Donati, Luca di Castri, Annalisa Savoca e Roberto Ghezzi.
Il ritorno a una dimensione pura e ancestrale del corpo e dello spirito, la ricerca di equilibrio tra l’uomo e ciò che lo circonda saranno i fili conduttori della nuova stagione espositiva.
Otto mostre e un evento finale a sorpresa che tra fotografia, disegno e pittura si svilupperanno nella grande hall e nelle sale del centro benessere, esaltandone la vocazione artistica e poliedrica.

 

“Sara’s story of renewal in Cortona” Illy Coffee Surfing

La storia di Sara Lovari raccontata davanti a un caffè

 

Sara_Lovari_nel_suo-studio

Sara Lovari nel suo studio

 

“My reawakening is thanks to art, my little shop, and my passion.”

I met Sara in the beautiful town of Cortona, one of Tuscany’s most popular tourist destinations. She was waiting for me at the main bar in the town centre, with two wonderful gifts: a bag, and a bottle of excellent wine. We had breakfast and a long conversation; Sara told me about herself and her life, made up of relocations, changes of job, the loss of family members and much more. She told me about her reawakening shortly afterwards, when she took me to see the little workshop where she began creating her works of art a few years ago. She sells her art to the many tourists and locals who visit the town every day. Deciding to become an artist was Sara’s greatest reawakening.

“My first job was on the radio. I used to travel there on my scooter. I had to input all the LP records onto a green-screened computer. There were hundreds of them, Roy Orbison, Celentano, “I Cugini di Campagna”…
I used to answer the phone, keep the appointments diary and contact the guests. When I’d recorded the interviews I had to edit out all the breathing, it was really funny. After that I did a lot of other jobs, but always in contact with people. One job I did was selling English courses by cold calling. People had to answer a whole set of questions, it was like interrogation. I also worked on the fruit counter in a supermarket.
In the meantime I was studying. I graduated in Business Studies for Tourism, while working in a hotel bar surrounded by lemon-flavoured canarini, grappa and cigarettes, and in a jewellery store surrounded by bracelets, watches and necklaces.
I was ready for a change. When I graduated, I sent out my CV. I was contacted by a well-established local clothing factory. I was overjoyed, and started selling their coats, made from a magical water-repellent wool that’s used by Dolce & Gabbana and Gucci.
Then I fell in love, and moved to Cortona. I was back in a customer-facing role, as a sales assistant, and three years later came my reawakening. Partly because of the financial crisis in Italy, partly because my father became ill and died… I re-evaluated my life and asked myself if this was what I wanted. It wasn’t. I had a big dream and a promise to keep, so I decided to become an artist.
Today, I have a workshop where I use paper, cardboard, cork, rope, magazines and old documents to create things. I use anything I can find, ordinary things that tell an important story: my lifeMy reawakening is thanks to art, my little shop, and my passion.”

L’artista Sara Lovari si aggiudica il prestigioso “Premio Adrenalina” di Roma. Venerdì 13 marzo la premiazione

Prestigioso riconoscimento per l’aretina Sara Lovari.
L’artista casentinese, che oggi vive e lavora a Cortona, si è aggiudicata il Premio Adrenalina 2014, la principale rassegna di Roma dedicata alle nuove tendenze artistiche dell’arte italiana e internazionale. La Lovari ha vinto la sezione “nuove proposte” dell’Area 1, quella riservata alla pittura classica e alla scultura, con l’opera intitolata “Lei”.

Il dipinto, eseguito con tecnica mista su tela, rappresenta un ombrello aperto e fluttuante, protettivo e rassicurante come una figura materna.

Sara_Lovari_con_la_sua_opera_vincitriceLa parte aperta è realizzata con base di cartone, coperta da riviste degli anni Trenta dove prevale il colore rosso.
Le colature proprie dell’ombrello dopo un temporale vanno a rappresentare il processo di liberazione e purificazione dell’individuo dal dolore. Le parti di giornale arricciate dal vento verso l’alto descrivono invece il volo, l’energia ritrovata per rialzarsi dopo le cadute di tutti i giorni.

Lei” era stata già presentata al Museo di arte medievale e moderna di Arezzo nel 2013, nell’ambito della rassegna SKA.

Sara Lovari verrà premiata venerdì 13 marzo, alle ore 17,30, a Palazzo Ferrajoli di Piazza Colonna.

Premio Adrenalina

Il Premio Adrenalina è l’evoluzione del Progetto Adrenalina, osservatorio sull’arte contemporanea capitolina e internazionale che vanta la direzione artistica e curatoriale di Ferdinando Colloca, l’organizzazione di Federico Bonesi e la collaborazione di Enti e Associazioni internazionali operanti nel settore dell’arte.

Il concorso biennale è finalizzato alla promozione degli artisti e dell’arte contemporanea e alla valorizzazione del legame tra arte, società, solidarietà, turismo e impresa.

Il Premio Adrenalina si articola in quattro aree creative e tre categorie – Gold, Silver e Nuove proposte – per ogni area.

Il tema del 2014, sul quale gli artisti erano chiamati a esprimere la loro creatività, era “Il mio paradiso – La visione onirica di un personale stato emotivo o la surreale rappresentazione di un ambiente esoterico”.

Le opere di carta di Sara Lovari menzione speciale di COMIECO

Il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica (COMIECO) dedica una menzione speciale all’opera di Sara Lovari “Un giorno sarò libera” per l’originalità della sua opera e l’importanza di un recupero creativo dei materiali a base cellulosica.

Scrivono di lei: “L’opera realizzata con carta gialla da salumiere, cartone da imbianchino, carta fiorentina e legno riciclato, richiama  un carillon …l’idea di libertà sta nella temporaneita’ , il fuoco e le bruciature  ne sono la testimonianza. Siamo temporanei” (per ulteriori approfondimenti cliccare qui).

Lovari_Libera_WEB

SARA LOVARI vincitrice della sezione nuove proposte

@ADRENALINA 3.0 – contemporary art prize

Il PREMIO ADRENALINA rappresenta l’evoluzione del progetto ADRENALINA, osservatorio sull’arte contemporanea capitolina ed internazionale che, dal 2009, con la direzione artistica e curatoriale di Ferdinando Colloca e l’organizzazione di Federico Bonesi, si è identificata come la principale rassegna di Roma Capitale dedicata alle nuove tendenze artistiche e all’apertura di nuovi e suggestivi scenari per l’arte italiana e internazionale.

Adrenialina_News

La giuria composta da grandi  curatori, organizzatori di eventi artistici e critici d’arte, ha premiato con il primo premio per la sezione “NUOVE PROPOSTE” l’opera di Sara Lovari “LEI” (mix media riviste anni ’30 cartone acrilico e colla, 2013, 120cmx80cm) che raffigura il volo, la leggerezza, lo scorrere via dell’acqua, la purezza.

Altre informazioni sul sito di Adrenalina

“Un giorno sarò libera” | la nuova poetica creazione di Sara Lovari

Lovari_Libera_WEBUna nuova meravigliosa opera per l’artista Sara Lovari.

Un simbolo denso di significato e di speranza.

Luigi Torreggiani ha realizzato un meraviglioso videoclip per  questa nuova opera nella splendida location delle sale affrescate di Palazzo Ferretti (Cortona), gentilmente concesse da Beatrice Tommasi Aliotti.

 

Il video è visualizzabile cliccando qui.